Il sito del Comune di Agliana utilizza i cookie per migliorare la fruibilità e la gestione delle informazioni contenute all'interno e nei siti collegati.

"Contributo di Solidarietà" per l'evento del 5 marzo 2015

on Martedì, 31 Marzo 2015. Posted in Protezione Civile

"Contributo di Solidarietà" per l'evento del 5 marzo 2015

E’ stata approvata venerdì scorso (20 marzo 2015) la Legge Regionale relativa al “Contributo di Solidarietà” per i nuclei familiari danneggiati dagli eventi del 5 marzo 2015 (n. 31 del 20 marzo 2015 pubblicata sul BURT n. 14 del 25 marzo 2015). Ad oggi, in ogni caso, il Servizio regionale competente non ha ancora diramato le indicazioni operative ai Comuni coinvolti e, quindi, solo nei prossimi giorni saremo in grado di mettere a disposizione della cittadinanza tutta la modulistica necessaria per poter far richiesta di accesso a tale contributo.

Sostanzialmente la legge approvata ricalca le precedenti emesse dalla Regione Toscana a seguito di altri eventi particolarmente significativi che, negli ultimi anni, hanno colpito diversi Comuni della nostra Regione (es.: LR 54/2014 –forte grandinata del 19/9/2014-, LR 70/2014 –eventi alluvionali dell’ottobre e novembre di tale anno, LR 8/2014 –eventi alluvionali del gennaio e febbraio 2014 ecc.).
La finalità della LR è quella di prestare immediata assistenza alla popolazione dei comuni colpiti dagli eventi meteo dello scorso 5 marzo per fronteggiare le prime spese necessarie per il ripristino degli immobili destinati a prima abitazione e relative pertinenze.
L’importo stanziato a tal fine dalla Regione Toscana è di 3.000.000,00 euro.
E’ applicabile esclusivamente a:
- immobili danneggiati destinati a prima abitazione ubicati in uno dei Comuni colpiti (vedi in proposito la delibera giunta regionale n. 235/2015 – tutti i Comuni della Provincia di Prato)
- nuclei familiari con valore ISEE massimo di 36.000,00 euro
- soggetti che abbiano regolarmente presentato la scheda “B” di censimento del patrimonio privato danneggiato dall’evento

Il limite massimo individuato nella legge di contributo è fissato in € 5.000,00 a nucleo familiare.
Ovviamente tale limite potrà risultare inferire in base sia al numero complessivo delle domande di contributo provenienti da tutti i Comuni coinvolti nonché in funzione di specifici parametri che potranno essere adottati dall’Amministrazione comunale in base al comma 4 dell’art. 1 di detta legge regionale.

Il contributo di solidarietà eventualmente riconosciuto potrà cumularsi con ulteriori, eventuali contributi successivamente attivati dalla Regione stessa e/o nazionali.
Contrariamente non potrà cumularsi con eventuali indennizzi assicurativi corrisposti.

In pratica:
il “contributo di solidarietà” potrà essere concesso SOLO per le “prime abitazioni” danneggiate;

Come verranno ripartiti i contributi:
Una volta che la Regione Toscana avrà ricevuto tutte le richieste di contributo di solidarietà provenienti da tutti i Comuni coinvolti, provvederà a ripartire i 3.000.000,00 stanziati dalla legge regionale 31/2015 proporzionalmente alle domande ricevute da ciascun Comune e conformi alle disposizioni.
Come disposto dal 4° comma dell’art. 1 della citata legge, ogni singolo Comune potrà fissare dei criteri e dei parametri da seguire per l’erogazione dei contributi ai cittadini richiedenti.
Si ricorda che al modello di richiesta del contributo di solidarietà dovrà venir allegata una copia del documento di riconoscimento del firmatario (la domanda avrà le caratteristiche di “atto notorio” ai sensi del DPR 455/2000) e la certificazione ISEE.
A questo proposito si fa presente che la certificazione ISEE dovrà essere redatta in base alla nuova normativa in materia di cui al DPCM 5/12/2013 n. 159; quindi tutte le certificazioni ISEE redatte precedentemente al 31/12/2014 non sono valide ai fini della richiesta di contributo di solidarietà.

Non appena la Regione Toscana comunicherà le direttive applicative in merito al contributo di solidarietà e metterà a disposizione i moduli per la richiesta, il Servizio “Protezione Civile” pubblicherà lo specifico Avviso pubblico nel quale saranno indicati i modi ed i tempi per la presentazione delle domande e metterà a disposizione i moduli di richiesta e tutte le indicazioni per la sua presentazione.

In allegato pubblichiamo in allegato il testo della Legge Regionale 20 marzo 2015 n. 31.

Allegati:

COMUNE DI AGLIANA