Il sito del Comune di Agliana utilizza i cookie per migliorare la fruibilità e la gestione delle informazioni contenute all'interno e nei siti collegati.

Lo stato Civile

Lo Stato Civile è un ufficio istituito in ogni Comune con il compito di tenere i registri di di nascita, di morte, di matrimonio e di cittadinanza.

  1. Cittadinanza

Denuncia di nascita

I genitori possono dichiarare la nascita del figlio tramite una delle seguenti modalità:

entro dieci giorni dal parto di fronte all'Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza, nel caso in cui i genitori non risiedano nello stesso Comune, salvo diverso accordo tra loro, la dichiarazione di nascita è resa nel Comune di residenza della madre;

entro tre giorni dal parto presso la Direzione Sanitaria dell'Ospedale o della Casa di Cura in cui è avvenuta la nascita, in questo caso l'atto verrà trasmesso al Comune nel cui territorio è avvenuta la nascita o su richiesta dei genitori al Comune di loro residenza;

entro dieci giorni dal parto di fronte all'Ufficiale di Stato Civile del Comune dove si è verificato l'evento.

Subito dopo la trascrizione dell'atto, si provvede all'iscrizione del bambino all'anagrafe della popolazione residente.

DOCUMENTI: Per rendere la dichiarazione di nascita nel Comune occorre un documento di identità valido del dichiarante e l'attestazione di nascita rilasciata dalla Direzione Sanitaria ovvero dal medico o dall'ostetrica che ha assistito al parto.

Per i cittadini stranieri, in caso di riconoscimento di figli nati fuori dal matrimonio, una dichiarazione dell'Ambasciata o del Consolato di appartenenza da cui risulti che, in relazione all'applicazione del diritto internazionale privato, nulla osta al riconoscimento secondo la legge nazionale del proprio Paese.

Si precisa che per effettuare le dichiarazioni di nascita ed il riconoscimento della filiazione non devono essere esibiti documenti inerenti il soggiorno.

Pubblicazioni matrimoniali

Per contrarre matrimonio è necessario effettuare le pubblicazioni: questo adempimento serve a verificare che non sussistano impedimenti fra gli sposi.
Le pubblicazioni di matrimonio sono richieste - da ambedue gli sposi o da persona che da essi né ha avuto speciale incarico - all'Ufficiale di Stato Civile del Comune in cui uno degli sposi ha la residenza: nel caso in cui i nubendi siano residenti in Comuni diversi, l'Ufficiale di Stato civile  provederà, d'ufficio, a richiedere la pubblicazione anche nell'altro comune.
 
Al momento della richiesta delle pubblicazioni gli sposi autocertificano  la propria residenza, lo stato libero e la cittadinanza e presentano:
- documento di identità;
- solo per i matrimoni religiosi validi agli effetti civili: la richiesta di pubblicazioni del Parroco o del Ministro di Culto, per religioni diverse dalla cattolica, la cui nomina sia stata approvata dal Ministero dell'Interno, Direzione Generale Affari dei Culti;
- per i cittadini stranieri: Nulla Osta a contrarre matrimonio rilasciato dalle competenti autorità consolari in Italia (eventualmente legalizzate in Prefettura) o dalle autorità del Paese di origine, debitamente tradotte e legalizzate ove richiesto dalla vigente normativa;
- donna vedova o con matrimonio dichiarato nullo da meno di 300 giorni, o divorziata da meno di 300 giorni anche se straniera: autorizzazione a contrarre matrimonio rilasciata dal Tribunale di Pistoia;

Una volta formato, l'atto di pubblicazione deve rimanere affisso all'Albo Pretorio on line del Comune (o dei Comuni) per otto giorni consecutivi: trascorsi ulteriori 3 giorni dall'ultimo giorno di pubblicazione, l'ufficiale di Stato civile rilascia il certificato di eseguita pubblicazione che sarà presentato a chi celebrerà il matrimonio (Parroco, Ministro di culto o Ufficiale dello Stato civile):dal quel momento,  ed entro i successivi 180 giorni, il matrimonio può essere celebrato.

L'atto di pubblicazione affisso è soggetto al pagamento dell'imposta di bollo pari a € 16.00, nel caso in cui i nubendi siano residenti in Comuni diversi, è dovuto lo stesso importo anche per la pubblicazione nell'altro Comune.

Matrimonio civile

Il matrimonio civile viene celebrato dal Sindaco o da un suo delegato presso la Sala Consiliare del Comune di Agliana.
La celebrazione del matrimonio civile avviene una volta conclusa la procedura relativa alle pubblicazioni matrimoniali, la data del matrimonio viene fissata dagli sposi, in qualsiasi giorno della settimana, compatibilmente con le esigenze del Servizio e del Sindaco o del delegato.
Alla celebrazione del matrimonio devono intervenire DUE TESTIMONI (uno per ciascun nubendo)muniti di documento di identità valido.

Denuncia di morte

La denuncia di morte deve essere fatta all'ufficiale dello Stato Civile del Comune dove si è verificato l'evento, entro ventiquattro ore dal decesso.
Se il decesso è avvenuto in abitazione privata, la denuncia deve essere fatta da un congiunto, o da un loro delegato o da persona comunque informata del decesso munita della documentazione rilasciata dal medico necroscopo. Se il decesso è avvenuto in ospedale o in istituto il direttore o chi ne è delegato trasmette l'avviso di morte all'Ufficiale dello Stato Civile. Se la morte è avvenuta a seguito di un incidente o di un reato occorre il nulla osta dell'Autorità Giudiziaria.
L'Ufficiale di Stato Civile rilascia successivamente il permesso di seppellimento necessario per la tumulazione o inumazione della salma.
Al momento della denuncia occorre presentare la scheda ISTAT redatta dal medico curante, il certificato del medico necroscopo dell'A.S.L. .

Certificati o estratti

L'ufficio di stato civile rilascia i certificati e gli estratti di nascita, matrimonio e morte relativi ad atti formati nel Comune o trascritti poiché relativi a persone, al momento dell'evento, residenti nel Comune di Agliana, la validità dei certificati è di 6 mesi.

Disposizioni Anticipate di Trattamento

La Legge 219/2017 ha introdotto nel nostro ordinamento la possibilità, per ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere di poter esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, in materia di consenso o rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari, in previsione di un’eventuale futura incapacità di farlo.

Nelle stesse disposizioni anticipate (DAT) può essere indicata una persona di fiducia (“fiduciario”), che faccia le veci del disponente e lo rappresenti nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie. Tale nomina deve essere accettata dal fiduciario tramite sottoscrizione della DAT o tramite atto successivo che sarà allegato alla DAT stessa.Nel caso in cui le DAT non contengano l'indicazione del fiduciario o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto o sia divenuto incapace, le DAT mantengono efficacia in merito alle volontà del disponente; in caso di necessità, potrà essere nominato un amministratore di sostegno da parte del giudice tutelare.

Fermo restando che il cittadino non può esigere trattamenti sanitari contrari a norme di legge, alla deontologia professionale o alle buone pratiche clinico-assistenziali, il medico è tenuto al rispetto delle DAT, che possono essere disattese in tutto o in parte, dal medico stesso in accordo con il fiduciario, qualora esse appaiono palesemente incongrue o non corrispondenti alla condizione clinica attuale o sussistano terapie non prevedibili all’atto della sottoscrizione delle DAT, capaci di offrire concrete possibilità di miglioramento delle condizioni di vita.

Le DAT devono essere redatte in uno dei seguenti modi:

- per atto pubblico (atto redatto da notaio)-

- per scrittura privata autenticata;

- per scrittura privata consegnata PERSONALMENTE dal disponente presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune di Agliana

L’Ufficio provvede all’annotazione della DAT in apposito registro che tuttavia NON è collegato ad oggi ad alcun fascicolo elettronico sanitario.

Le DAT sono esenti dall’obbligo di registrazione, dall’imposta di bollo, e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto e tassa.

Per informazioni per la presentazione della Dichiarazione anticipata di trattamento è necessario contattare:
Ufficio di Stato Civile
0574/678961 dal lunedì al giovedì dalle 09.00 alle 12.30, venerdì e sabato dalle 09.00 alle 12.00, mail anagrafe@comune.agliana.pt.it

L’Ufficio di Stato Civile non può dare indicazioni né fornire assistenza circa il contenuto delle disposizioni. Le stesse sono lasciate alla completa cura e volontà del disponente.

Stampa Email

COMUNE DI AGLIANA